Loading...

lunedì 24 agosto 2009

L'aereoplano.

Raccogli i tuoi stupidi ricordi
e non pensar di mettermi dentro i tuoi accordi
chi accoglie a se i propri sbagli
sa di non poter ammettere rimorsi..

la dove il sole accetta i suoi raggi
l'uomo niente puo' inventare
negli attimi fuggenti delle stelle
che cadono giu come una danza..

sapevi che tutto cio mi infastidiva
e niente hai fatto per lasciarmi dormire
giacche' sei sola nel tuo cammino
io mi sposto per non sentir rumore..

pioggia, pioggia, pioggia
cade sul nostro tappeto steso
tanto che se cammini col fiato giu'
sai di scivolar senza rancor speso..

e allora piove, piove, piove...
sul nostro animo speso
e ancora mi chiedo se sia possibile
tutto questo caldo in un giorno tanto atteso...

NelloRomano
31.03.2007
02.15am

Nessun commento:

Posta un commento