Loading...

domenica 4 settembre 2011

..no future..


..assemblati..
..mi dispiace...
.. am sorry..
..mortificato..
..thrill is gone away from me...
.. so sorry..
...so lonely..
..piegati..


... piegati dalle fatiche dei fornai, dagli impasti degli usurai, dalle richieste dei macellai, dal sangue dei giornalai, dalle notizie dei marinai...
..ai lunghi viaggi senza ritorno..

..so sorry..

nelloromano
sett 2011
(thank's to Banksy's art for photo's)


lunedì 18 luglio 2011

Da piccolo giocavo con un aereoplanino.
In cameretta, giocavo con un aereoplanino.
E giocavo, giocavo, volavo con lui da una parte all'altra della stanza.
Poi un giorno, era estate.
E giocavo con lui sul terrazzo. E volavo con lui da una parte all'altra del terrazzo.
Poi lui e' volato via.
Non e' piu' tornato.

martedì 7 giugno 2011

.

Adesso arrivo.
Tra un po' torno.
Aspetta un attimo.
Dammi due secondi.
Siii!!!??
Eccomi.
Mo' torno.
Ora arrivo.

domenica 17 aprile 2011

The End of the Tether

Con il mento un po' sprofondato,
le mani dietro la schiena e l'estremita' del bastone che tracciava nella ghiaia una sottile riga serpeggiante dietro i suoi passi, il capitano Whalley rifletteva che se una nave senza uomo e' come un corpo senza anima, un marinaio senza nave non conta molto piu' di un pezzo di legno che vaga alla deriva sul mare.
E un senso improvviso di irrimediabile inutilita' appesanti' i suoi passi come una tremenda stanchezza.

Jozéf Korzeniowsky

venerdì 25 febbraio 2011

a volte








...a volte realizziamo

consideriamo
ci accorgiamo
ce ne accorgiamo


e proprio sul momento
sul momento del costante
costantemente momentaneo

riflettiamo

sul lasciare il passo al dove
ci spostiamo
di un millimetro soltanto
forse soltanto

ascoltiamo

il nostro dove porgere
di andare alla scoperta
alla deriva forse
ma sempre poi scopriamo

solamente

lasci per non perdere
occasioni di seconda mano
gia usate e sbicchierate
di feste dimenticate

e poi

per andare dove
ce ne accorgiamo
siamo solo bidoni
di trash appena spesi

e andiamo

senza lasciar la mano

fai cadere la posa
del vino riposato
dell avanzo dimenticato
nel bicchiere ora svuotato


nelloromano
febbr 2011

domenica 20 febbraio 2011

!

.........nell'ineguagliabile testardaggine della bizzarra vita che va a stendersi sul sofa' delle occasioni io mi giro controvento e piscio!

nelloromano
febbr 2011

lunedì 17 gennaio 2011

... A Cla'.....che va cosi'...


Io in fin de' conti t'ho tradito.
Come ho tradito le mie pene dell'inferno nel non ascoltare, nel non vedere, nel non parlare.
Ma non hai potuto replicare.

E cosi',
giaciglio di uve fresche e ambre al profumo di luppolo
correvi tra le onde sbattendoci contro...


ignaro

innocente
incoscente
invisibile agli occhi di chi non voleva vederti com eri...
impassibile
scostante solo alla tristezza,
abbattuta al momento con un sorriso,
un risucchio,
una perla nell'anima che gia voleva morire
ma che se solo avessimo noi altri un unghia della tua voglia di gioire saremmo tutti felici e beati,
nel tuo modo di mondo ideale.

Indissolubile ed ineguagliabile,
univoco ed unito,
spassoso e controverso,
giusto.
Giusto, giusto, giusto.
Anche nella tua scelta,
di lasciarci qui a fare la muffa,
di non vibrare alla vita quel fendente che hai sempre spronato noi a fare,
anche li, giusto.
Sempre giusto.

Il cuore batte vivo e fa sangue sempre,
emozioni scalpitanti e paesi da visitare e andare e fare..
e correre dietro all albero a pisciare,
e sbattere forte al muro per non recriminare,
e togliersi un pezzo di dito per non elemosinare,
e dare calci al pallone per potersi divertire,
sorridere alla barca di sabbia per creare nuove avventure,
ridere di pioggia, vento e freddo per non essere uguale..

perche' non sei uguale, non sei complementare,
sei micidiale, sei come sempre, amico leale,
amico cane , assorto, muso mai storto,
ghigno sorridente e paroliere accorto,
ascoltatore vero, tradimento mai scoperto,
solo a parole, o silenzio consolatore,
traslucida follia di imbarazzante verita',
solo per un attimo, o, ora,
per sempre..

un giorno ti hanno preso,
con l'inganno steso,
comprato per due soldi,
rapito con lo sguardo,
tradito all'istante,
trasportato al mare,
traghettato al largo,
da dove non puoi tornare..

ucciso e poi deriso,
avanti un altro e spera,
corri giu e scappa,
alza la mano e spara,
ma io lo so e' cosi,
ma io non c'entro, non c'ero,
ma tanto poi che fa',
se vedemo dopo arrivo..

e dopo che t hanno preso...

ecco il tuo sorriso,
canta gioia e vita,
danza luce calda,
musica infinita,
di lacrime e di vita,
di sole, di parole,
di stare stesi al mare,
di dover sopportare..

no, non t hanno ucciso,
il nemico e' steso,
quello che mi hai insegnato,
non lo diro mai a nessuno,
e' un segreto tra me e te,
io fra tutti e tu fra me e te,
io con te e per te,
e tutti qui, fra me e te.


in loving memory
nelloromano