Loading...

giovedì 3 settembre 2009

Essere se stessi. Poesia romanesca.


Me sento 'na lumaca, o 'na zanzara,
vado tanto piano, ma a vorte volo,
si nun me raccapriccio da me da solo,
si nun sto attento quarcuno me spara..

so ito fora, so tornato drento,
ho cantato, piagnevo e ridevo,
creavo le battute e poi me le dicevo,
so stato triste e poi contento..

si nun voi fa la fine mia,
che nun sai si torni o stai a anna' via,
che solo Iddio c'hoo sa, Madonna mia..

allora va pe' cartoni e stracci che fai mejo,
nun vole' assomija' a quarcuno, chissa' chi pii,
essi te stesso, medesimo e basta... che de sicuro t'aripii.

nelloromano
29.08.2009

Nessun commento:

Posta un commento