Loading...

lunedì 8 novembre 2010

Dialogo Romanesco.

Me va de canta' me va de gioca'
me va de ride e de beve me va me va
me va de sogna', de ricorda' de nun pensa'
de nun vede' tutta sta gente che ma riporta in mente
che da qua se ne dovemo anna'..
Ma me va si, me va me va
me va d'ama', d'esse ignorante
de nun conosce gnente,
pe sgrana' l'occhi belli e fa ...oooohhh,
come un pupetto ar primo giro sopra un caretto,
me va me va, de falli fori,
tutti i pensieri li desideri,
mo sto de qua, poi vado la,
e l'intellettuali, li liberali,
li clericali li santi e le madonne..
me va me va..
de ricanta', de racconta', e poi pensa',
ma si me va..
ce penso en po, ce rido su, e dico e tu?
Ma e te te va'? Ma chi lo sa..
Famose un giro, saluta tu,
che io,
t'aspetto giu'!

Amrita 9.9

A me me va, poi nun me va, poi me riva'..
poi si, sto qua, ma me ne vojo anna'..
aristamo a disse ecchice qua,
ma chi too fa ffa, te fatte vede'..
d'annatte a 'mbriaca', perche tanto c'e'
chi paga pe te, chi nun te sa di
indove stamo a anna', si tanto poi c'e'
chi te dice che stai a sbaja'..
e poi dimostra che,
in fin de li conti,
c hai ragione te..
ma chi too fa ffa
de statte a ferma' qua
quanno che de la'
poi fa benzina e anna'..
indove gia sai che,
na vorta arivato, te ne poi rianna'..!
Dimme 'n po' risponni,
si c hai na verita'!

NelloRomano

Nessun commento:

Posta un commento