Loading...

sabato 17 luglio 2010

Close Up!!

Mah.
Senza granche' da dire, le ore scorrono lente da un passare di un albatros ad una luce che si spegne in una finestra, ad una sigaretta che si porta via l'anima nel vento, soffiato, caldo, del torrido abito estivo.
Sotto i riflettori per un ora e poi il buio piu' totale, al risveglio colazioni soffici, di cornetti e cappuccini.
Mah.
Tutte stronzate.
Siamo alla svolta.
Il punto di svolta.
Ci vuole ancora un piccolo sforzo, un piccolo passo felpato, accarezzando il manto stradale per non urtare contro le inferriate del sottosuolo, per non svegliare i trappolai, quelli che ti tendono una mano con dentro una bomba ad idrogeno, cosi non rimane piu un niente da poterci fare un autopsia.

Scrivo poco, leggo poco, se non Freud, che ultimamente mi accende con i suoi pergolati psichici tra edere e grappoli di uva.. ma d'altronde che importa, il salto da fare e' intrinseco, e' come stare dentro la balena di pinocchio e volerci rimanere, che fa piu' fresco.
Poi tanto magari ti dicono di scrivere per forza "da contratto", ed e' li che te ci sei dentro con tutte le shoes, impantanato tra fiori marci.

No, no, grazie, non era questo quello che volevo, e non e' questo quello che voglio ora, il salto s'ha da fa', in un altro perdunque, asettico, mare nemico e straniero, per entrare in guerra con i nervi piu' saldi e i denti piu' stesi, e le macchine in continuo movimento interstiziale.

Ora, accese le sigarette e fumate, stappate e bevute le birre e pestati i mohiti, penna sulla moleskine e via, a piedi, tra colline e sterpaglie ingiallite dai 40 gradi sotto il cielo..38 sotto l'albero.. intorno ai 13/14 in cantina, ecco appunto, raggiunta la cantina, tra le botti di acero e rovere..... sangiovese cotto eccomi, arrivo a te come una medusa, e come tale nuotero' nei tuoi rossi abissi quinquennali che diventano Brunelli..... ed estrarro' la mia pistola ad inchiostro per inchiodarti una volta per tutte. Brutta sporca bastarda vita!

Avanti!

A tutti coloro che non hanno smesso.
nelloromano

2 commenti:

  1. grazie Nello per esserti iscritto nei miei blog...e complimenti per il tuo scrivere denso di vita.

    RispondiElimina
  2. Ciao...
    Pensavo di averti perso...Non vado molto in giro nei blog, e se vado tu sei tra i pochi...
    Leggerti è un piacere infinito.
    C'è tutto un mondo nei tuoi post...soprattutto quello che non si legge, ma si intuisce.

    Sai l'Irlanda mi ha sempre affiscinata..Ecco se dovessi descrivermi caratterialmente sono una terrona irlandese:)) Quindi sono come dice qualcuno un fiammifero...
    Devo andarci prima o poi...E se dovessi farlo, il primo panino sarà dedicato a te!

    RispondiElimina